Formaggio prodotto con: latte, sale, caglio. Il latte proviene da aziende agricole Certificate per la produzione di Salva Cremasco DOP. Prodotto fino a 150 anni fa durante la transumanza, serviva per “salvare” l’eccedenza di latte giornaliero non utilizzato dalla famiglia, soprattutto in inverno veniva usato spesso come moneta per pagare l’affitto del pascolo di pianura; sopporta lunghe stagionature oltre i 75 gg. minimi richiesti dal disciplinare di produzione, arrivando fino ad un anno e oltre.

Formaggio a pasta cruda e crosta lavata, perché durante la maturazione viene sottoposto a spugnature di acqua e sale per controllare le muffe che si sviluppano in crosta e contribuiscono in modo determinante alla stagionatura.

La pasta è compatta di colore bianco paglierino, strutturata ma fondente al palato, con sottocrosta leggermente proteolizzato, la crosta è rugosa e consistente, il sapore è lattico con retrogusto di sottobosco e una lunga persistenza.

Aspetto:

Forma cubica con scalzo diritto e marchio del Consorzio Tutela Salva Cremasco impresso su una delle due facce con al centro il numero di casello, il nostro è nr. 13.

Stagionatura minima: gg. 75.

Peso forma: kg. 4,0 circa.

Logo Consorzio Salva Cremasco DOPLogo DOP per Taleggio e Salva

Altri Prodotti